Nata dall'ambizione

Questa è la storia del sig. Kihachiro Onitsuka. Una storia nata dall'umile idea secondo cui lo sport ha il potere di trasformare le vite. Anima Sana In Corpore Sano. Questa massima latina, diventata poi l'acronimo ASICS, ha portato alla nascita di Onitsuka Tiger.

All'inizio, tutto è iniziato per aiutare i giovani giapponesi a ricostruire un futuro migliore una volta terminata la guerra, nel 1949. Ritenevamo che praticare sport fosse il modo migliore per unire le persone e le comunità. Sessant'anni dopo, siamo ispirati dalla stessa filosofia. La nostra attenzione nel realizzare dettagli con la massima cura e la spinta verso l'innovazione sono i valori che ci hanno consentito di far conoscere Onitsuka Tiger nel mondo.

Ecco alcuni dei momenti chiave della nostra storia...

1953

Un'idea ispirata da un polipo

Questa è la storia di un polipo. Una prelibatezza con otto tentacoli destinata a essere molto di più della portata principale del pranzo di qualcuno. Infatti, i suoi tentacoli finirono in un'insalata servita a Kihachiro Onitsuka, per poi diventare la fonte di ispirazione dell'innovazione regina delle scarpe sportive di Onitsuka Tiger: la suola con coppa di aspirazione del 1950 OK BASKETBALL SHOE. La sua aderenza consentiva ai giocatori di compiere rapide accelerazioni e bruschi arresti, movimenti essenziali nel gioco del basket. Non è un caso che la prima squadra delle scuole superiori a indossarla vinse il campionato giapponese.

Acquista le icone

1959

Un bagno illuminante

Un'altra illuminazione colse Kihachiro Onitsuka mentre si bagnava i piedi in una vasca termale. Capì che il calore era responsabile della formazione di vesciche nei piedi dei runner, così decise di studiare i meccanismi di circolazione dell'aria, da impiegare nelle sue scarpe per lunghe distanze. Gli innovativi fori apparvero per la prima volta nella MAGIC RUNNER del 1959, più leggera e rapida e in grado di far respirare il piede.

Acquista le icone

1964

La voglia di velocità

L'innovazione giapponese fu di casa ai Giochi Olimpici di Tokyo del 1964. Fu qui che fece il suo debutto l'iconica RUNSPARK, la prima scarpa Onitsuka Tiger a presentare tacchetti interscambiabili per l'atletica. Grazie alle quattro diverse lunghezze dei tacchetti disponibili, un atleta poteva variarne la misura in base alle condizioni della pista. Per questa serie furono provate alcune variazioni nella struttura della scarpa, come l'inserimento di una spugna morbida nel tacco per contribuire ad assorbire gli impatti tra il piede e il terreno.

Acquista le icone

1966

La nascita di un'icona

Nel 1966 si assistette a un cambiamento epocale, con l'introduzione delle linee leggendarie presenti tutt'oggi su ogni scarpa Onitsuka Tiger e ASICS. Apparvero per la prima volta sulla LIMBER UP KAWA BK, progettata per i trial introduttivi ai Giochi Olimpici di Messico '68. Oggi, è rinata con il nome di MEXICO 66 e rappresenta la scarpa più popolare della nostra collezione.

Acquista le icone

1969

Un precursore dell'atletica

Le prestazioni costanti ottenute ai Giochi Olimpici aiutarono Onitsuka Tiger a conquistarsi la fama di una delle aziende produttrici di calzature sportive più importanti del Giappone. Questi risultati ebbero eco anche nel resto del mondo. Phil Knight, un runner americano specialista delle distanze intermedie e delfino di Bill Bowerman, intervistò il sig. Onitsuka per il suo MBA sulla commercializzazione di scarpe per atletica, esternando il proprio amore per la nuova TIGER CORTEZ, appena lanciata. Blue Ribbon Sports, l'azienda a cui diede vita per portare Onitsuka Tiger negli Stati Uniti, sarebbe poi diventata la Nike.

Acquista le icone

1978

Prende forma il jogger moderno

La CALIFORNIA era la scarpa ideale per fare jogging. Contribuiva a mantenere la pianta del piede correttamente arcuata e forniva sostegno alle dita dei piedi, mentre la soletta modellabile lasciava sufficiente spazio alle dita dei piedi per muoversi. Il tacco, ampio e arrotondato, contribuiva all'equilibro durante l'appoggio, mentre la punta, ampia e ricurva, assisteva il movimento in avanti.

Come misura di sicurezza, la CALIFORNIA presentava delle toppe riflettenti cucite sul retro delle scarpe, in modo che i conducenti potessero vedere i runner a 300 metri di distanza, di notte o nei giorni di pioggia.

Acquista le icone

Quando Onitsuka Tiger crebbe per diventare ASICS, così da affermarsi tra i principali marchi sportivi a livello mondiale, sapevamo che lo spirito della nostra tradizione sarebbe sopravvissuto. Una storia fondata sulla maestria giapponese, unita a un'estetica senza tempo sviluppata in pista e indossata in strada.

Nel 2002, questa ricca tradizione ci ispirò a rilanciare il marchio Onitsuka Tiger a livello mondiale, aggiornando, reinterpretando e reinventando i classici. Partendo delle originali scarpe sportive Onitsuka Tiger, apportammo cambiamenti ai tagli, ai colori e alla costruzione per offrirvi nuove versioni, adatte alla vita di tutti i giorni, della MEXICO 66, della CALIFORNIA 78 e della NIPPON MADE.